DIRItalia è...

...un’associazione no profit che opera per dare la giusta visibilità e una corretta informazione su tutto ciò che riguarda il sistema DIR, dedicando anche il suo impegno a sostenere l’importanza dell’addestramento subacqueo e a far conoscere la GUE tra le comunità subacquee locali.

Affiliato GUE

 

 

 

DIR ed altri stili PDF Stampa E-mail
Martedì 12 Maggio 2009 13:44
È impossibile avere un vero confronto tra il DIR e gli altri sistemi, perché non esistono sistemi analoghi né nella subacquea ricreativa, né in quella tecnica. Comunque, alcuni tentativi possono essere fatti.

Configurazione DIR Condivisione gas con la frusta lunga

Lo stile "elastico": donare l'erogatore da un sistema di fermo a mezzo elastico
Questo sistema pone l'erogatore secondario, o la frusta dell'octopus, sotto qualche tubo chirurgico o fascia. Questa fascia è normalmente posizionata sul fianco delle bombole, lungo il manifold o sullo schienalino. I subacquei che utilizzano la frusta lunga (1.5-2 m) sul loro erogatore secondario, normalmente la bloccano nella fase preimmersione di preparazione dell'attrezzatura.
Ci sono varie correnti di pensiero su dove e come vada bloccato il secondo stadio, complicando ulteriormente questo sistema. Il bloccaggio della frusta sotto un elastico rende sicuramente più difficile il suo recupero in caso d'emergenza, rendendo difficile, o addirittura impossibile, riporla correttamente al suo posto quando non è più necessaria e non garantendo allo stesso tempo il suo funzionamento (a differenza del sistema di donare l'erogatore principale nel sistema DIR). Oltretutto, la maggior parte dei subacquei non riesce a rimettere a posto la frusta senza un aiuto, rendendosi quindi dipendenti dal compagno e creando complicazioni in caso di svolgimento per errore della stessa o per un falso allarme d'emergenza di condivisione del gas. A causa della scarsa operatività e dell'aumento di rischio, hanno abbandonato in molti questo sistema, preferendo donare l'erogatore che hanno in bocca al subacqueo in emergenza.
 
Il sistema Doing It Right
Il sistema DIR si basa sul concetto del minimalismo. L'equipaggiamento che non dà valore aggiunto è considerato nocivo e dovrebbe essere lasciato a casa. I subacquei DIR usano uno schienalino rigido (alluminio o acciaio inossidabile) con un imbrago in tessuto in un unico pezzo, un sacco posteriore per una maggiore idrodinamicità ed una posizione orizzontale, una frusta corta per l'erogatore secondario che si trova al collo, per facilitarne  il ritrovamento al momento necessario, ed una frusta lunga (1.5-2 m) che può girare attorno al canister della torcia, montato di fianco. Sebbene ci siano numerosi altri dettagli importanti, questa è la base del DIR.
 
DIR - donare l'erogatore dalla propria bocca
Nella comunità subacquea esiste una mancanza di familiarità col sistema DIR di donare l'erogatore primario ad un subacqueo in emergenza di gas, piuttosto che l'erogatore bloccato in un qualche sistema di fissaggio. Donando l'erogatore con la frusta lunga, il subacqueo si assicura che la persona che più ne ha bisogno in quel momento ne abbia uno perfettamente funzionante. Qualsiasi altro erogatore passato ad un subacqueo senz'aria può contenere sabbia o altro e non funzionare correttamente.
In molte situazione di emergenza di gas, i subacquei strapperanno semplicemente l'erogatore dalla bocca del donatore e un subacqueo esperto e preparato per questa possibilità può rispondere più facilmente a questa situazione. Il sistema DIR tornerà utile ad un subacqueo in difficoltà insegnandogli che qualsiasi subacqueo esperto deve poter agevolare un salvamento sicuro. Anche se il subacqueo senz'aria rimane calmo e chiede aria nel modo corretto, il suo primo respiro sarà senz'altro efficace in quanto viene da un erogatore che stava funzionando nel modo corretto.

 

DIR system

 

Cosa fare dell'attrezzatura per le acque libere?
Molti praticanti DIR, soddisfatti e gratificati dall'efficienza del sistema in ambiente ostruito, erano frustrati all'idea di tornare ad una configurazione diversa per acque libere poichè la frusta corta non era affatto ottimale ed i jacket scomodi e poco idrodinamici. Perciò in molti iniziarono ad usare questo sistema anche in acque libere rendendosi immediatamente conto di quanto fosse molto più efficace rispetto alle loro vecchie configurazioni.
 
Posso ancora immergermi col sistema DIR usando una frusta più corta?
Il sistema DIR richiede l'uso della frusta lunga per una massima efficacia. Oltre ad incoraggiare un'attrezzatura semplice ed idrodinamica, punto focale del sistema, bisognerebbe anche utilizzare una frusta lunga per le emergenze di condivisione dell'aria. I cave divers, e la maggior parte dei subacquei tecnici, usano sempre una frusta più lunga (1.5-2 m) in modo da poter condividere agevolmente l'aria anche in aree ristrette. Comunque, anche in acque libere la frusta lunga può essere molto utile, in quanto permette di condividerla comodamente invece di gestire  lo spazio ristretto che offre una frusta da octopus da 36 pollici, lasciando quindi maggior spazio di manovraa ai subacquei. Se non si usa un canister al fianco (genralmente usato per il pacco batteria della torcia principale) la si può accorciare inserendo parte nell'imbrago.
La frusta aggiuntiva è eccellente per situazioni d'emergenza, per episodi di condivisione in caso di esaurimento aria o, per sub acquei correttamente addestrati, nel caso di immersioni su relitti o altre aree ristrette. Il sistema DIR è progettato per funzionare in tutte le situazioni, permettendo ai subacquei la massima flessibilità. Se un subacqueo sta pianificando una immersione sul reef a 10 m di profondità ed improvvisamente incontra una grotta nei coralli, o un arco, sarà ancora configurato in modo adatto anche per questo tipo di aree.
 
La frusta lunga peggiora le prestazioni dell'erogatore?
Con migliaia di immersioni profonde di esplorazione portate a termine da subacquei dotati di frusta lunga, l'argomento della perdita di prestazioni perde di validità. Comunque bisogna preoccuparsi del fatto che gli erogatori devono essere in grado di erogare aria a sufficienza per respirare agevolmente dalla frusta lunga. Se l'erogatore non è abbastanza efficiente per l'uso con la frusta lunga, non sarà adatto all'utilizzo da parte di due subacquei o in situazioni di forte stress. La leggera perdita di prestazioni usando la frusta lunga è trascurabile e non è una preoccupazione per nessun erogatore, tranne quelli più scarsi.

 

 
Joomla 1.5 Templates by JoomlaShine.com