DIRItalia è...

...un’associazione no profit che opera per dare la giusta visibilità e una corretta informazione su tutto ciò che riguarda il sistema DIR, dedicando anche il suo impegno a sostenere l’importanza dell’addestramento subacqueo e a far conoscere la GUE tra le comunità subacquee locali.

Affiliato GUE

 

 

 

Suhadolca, fun diving in Slovenia PDF Stampa E-mail
Giovedì 16 Luglio 2009 16:17
Indice
Suhadolca, fun diving in Slovenia
2
3
Tutte le pagine
Anche se lontano dalle più spettacolari grotte messicane e dai complessi sistemi carsici della Florida, l'Europa può vantare diversi località in cui è possibile effettuare interessanti e piacevoli immersioni in grotta. Oltre ai siti più rinomati delle regioni francesi, ci sono numerose grotte nell'area nord orientale italiana, al confine con la Slovenia, originatesi in seguito ai continui ed imponenti fenomeni carsici, studiate ed esplorate da uomini di nazionalità differenti e nel corso di più decenni.
La notevole diffusione di rocce di natura carbonatica su una vasta area di questa regione, ha favorito lo sviluppo di forme di modellamento carsico sia a livello superficiale che sotterraneo. Rocce calcaree con elevato grado di purezza e alto grado di solubilità, insieme alla presenza di sistemi di frattura che favoriscono l'infiltrazione delle acque meteoriche, hanno favorito molto il fenomeno carsico in quest'area.
La morfologia esterna è più frequentemente rappresentata da doline di forme diverse (piatto, ciotola, imbuto...), mentre a livello ipogeo questo fenomeno si manifesta con cavità, gallerie e grotte di forme e dimensioni diverse, prodotte dalla circolazione di acqua nel sottosuolo la cui dinamica è strettamente legata all'assetto idrogeologico nel territorio. La zona carsica cui ci riferiamo è situata a ridosso del confine italo-sloveno, dove sono presenti decine di risorgive con caratteristiche ambientali molto simili tra loro, ossia acqua fredda (8°C), spesso con una scarsa visibilità e con ambienti di dimensioni generalmente ridotti.
Tra queste ci sono all'incirca una decina di siti d'immersione, posizionati in modo tale da rendere l'accesso ragionevolmente comodo per un subacqueo che impiega un'attrezzatura DIR; risorgive che si trovano ad una distanza tra i 150 e i 300 m dall'ultimo punto raggiungibile in macchina, senza che sia necessario strisciare, arrampicarsi con corde, scendere pozzi o utilizzare attrezzature sidemount. Di queste, sicuramente una tra le più interessanti è quella di Suhadolca.


 
Joomla 1.5 Templates by JoomlaShine.com